Non immaginavamo che il nostro servizio sulle selezioni per i ruoli minori di Elektra, la prima opera della stagione 2014 del Petruzzelli, potesse sollevare così tante polemiche e decine di commenti assolutamente discordanti tra loro.  Spieghiamo meglio, con alcuni esempi.

L’anonimo Cipioful sul canale youtube scrive: “Lei sta facendo passare l’idea che per far cantare quattro note sia necessario coinvolgere tutto il mondo del blecanto italiano e pagarre a peso d’oro quattro note. E’ come se per cambiare una guarnizione a un rubinetto lei non chiamasse l’idraulico sotto casa, o addirittura non lo facesse lei stesso e si rivolgesse invece a uno dei maggiori esperti di ingegneria idraulica di qualche Politecnico magari del nord Italia corrispondendogli la sua giusta parcella”.

A nostro avviso – e come vedrete non solo nostro – un commento che sminuisce la professione e certifica, nel nome dell’arte, la mancanza di regole e opportunità uguali per tutti. Tant’è, ognuno difende le proprie posizioni e a noi piace così.

Ci dispiace, invece, che Graziano De Pace non abbia gradito la parte della sua intervista mandata in onda nel servizio e ha per questo commentato dicendo di essersi sentito offeso, disturbato. Lo stralcio mandato in onda, dice, è palesemente diverso dal resto dell’intervista. Il video allegato è proprio la versione integrale dell’intervista. L’artista (diplomato ed esperto), al contrario del commetatore anonimo, sostiene di aver partecipato alla selezione per mettersi in discussione e dimostrare di aver già fatto altre parti, altri ruoli, in altre occasioni. Immaginiamo per sottolineare che quelle selezioni non possa farle chiunque.

I non addetti ai lavori sono confusi. Bisognava essere esperti per quei ruoli? Ci vuole studio per interpretare quei ruoli? O quelle “quattro note” possono essere cantate da chiunque, anche uno studente alla prima audizione?

Lo sappiamo che la crisi è crisi ma, a quanto pare, non in tutti i settori del teatro; sappiamo anche che, all’interno del teatro, ci sono coristi e musicisti che arrivano da ogni parte del Mezzogiorno. A noi, però, interssava sapere della selezione per i ruoli minori di Elektra. De Pace specifica che proprio una delle intervistate fosse di Palermo, ma anche lei, come lui (tarantino), vive a Bari perché fa parte del coro del Petruzzelli? O al contrario suo, va su e giù dalla Sicilia? Non ci è stato detto. In ogni caso, a scanso di equivoci guardate l’intervista e giudicate voi.

print

1 COMMENTO

  1. in effetti ragazzi…siete un po’ noiosi…e dai…sono 11 mesi che rompete le scatole…andate a disturbare chi ha creato sto’ casino.a coloro che hanno conservato le care poltrone. ai potenti che sono stati capaci di colpire solo quei disgraziati capaci di rinunciare ad un posto a tempo indeterminato con tutte le loro bugie.andate da loro…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here