Già circa un anno fa, Nicastro aveva varato una legge che imponeva un aggravio fiscale ai Comuni che non si sarebbero attivati per la raccolta differenziata. La legge sarebbe dovuta entrare in vigore a gennaio ma, visto il netto ritardo dei Comuni (allo stato attuale delle cose riciclano solo il 20% dell’immondizia), il Consiglio regionale ha deciso di farla slittare al 2014, per evitare un eccessivo aumento della Tares.

Ma Vendola avverte:

«Neanche se i sindaci piangeranno in aramaico, sarò disposto a concedere un altro rinvio, perché sanzionare l’irresponsabilità è fondamentale per la riuscita di questo progetto. Vogliamo trasformare il problema dello smaltimento in un’occasione di smaltimento. Questo significa generare meno rifiuti e trasformarli in materiali per nuovi imballaggi».

14 maggio 2013

Vito Pacillo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here