Alle ore 11, in Piazza Redentore il vociare gioioso e festoso si è fermato per il minuto di assoluto silenzio nel ricordo di Melissa, la ragazza di Mesagne (Br) uccisa dall’esplosione di una bomba posizionata nelle vicinanze della scuola di frequenza. “La partenza della maratona tra la scuola san Giovanni Bosco e l’Oratorio Redentore ci ricorda due luoghi simbolo dell’educazione nel quartiere Libertà di Bari – afferma don Francesco Preite, direttore dell’Oratorio Redentore – Oggi corriamo perché non abbiamo paura del nostro quartiere, anzi corriamo per affermare la voglia di vivere e di lottare contro ogni forma di violenza”.

I primi a partire sono stati i ragazzi e le ragazze della categoria Fanciulli e Preadolescenti che, partendo da Piazza Redentore, hanno percorso via Martiri d’Otranto, Corso Italia, via Petrelli, via Libertà, via don Bosco, fino a giungere al traguardo finale. Subito dopo è stata la volta dei giovani

over 14 e degli adulti over 25, che hanno percorso circa 2 km partendo da Piazza Redentore, percorrendo corso Italia, Via Sagarriga Visconti, Via Nicolai e, per finire, Via Martiri d’Otranto, segnando così la linea del traguardo. I vincitori sono: De Francesco Federica, Spadavecchia Federica e Bellomo Alessandro (per la categoria Fanciulli), Santarelli Elena e Dellino Nicola (per la categoria dei Preadolescenti), Federica Moscarola ed Iacobbe Marco (per la categoria degli over 14), Mina Addante e Franco Michele (per la categoria degli over 25). Da segnalare i coniugi Procuro, entrambi secondi classificati nella categoria over 25.

 

Alla premiazione è intervenuto il Presidente dell’VIII Circoscrizione di Bari, dott. Dino Tartarino, che ha ringraziato i Salesiani per l’animazione educativa svolta nel territorio specialmente attraverso l’oratorio.

 

La Stradonbosco è stata una corsa gioiosa che ha animato un quartiere conosciuto troppo spesso per fatti criminosi e violenti. La manifestazione si è conclusa con la consegna dei

gadget, simboleggiati dal segno di una vittoria ottenuta sulla violenza, donati a tutti i partecipanti dall’ APS nazionale Cnos/sport-salesiani per lo sport – di Roma.

Roberta Maselli

 

Ufficio Stampa Redentore

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here