Un’idea, quella di Emiliano, che ricorda il sistema che lo portò a essere eletto sindaco nel 2004, più come personalità autonoma, capace di raccogliere voti anche da elettori di “segno” opposto,  che come rappresentante di un partito.“Senza lista civica, senza movimenti autonomi dai partiti non si vince”, ribadisce il Sindaco barese. Tutto mira ad accompagnare il centrosinistra alla vittoria anche nel dopo Vendola.

I partiti, spiega Emiliano, sono in grado di triturare veri talenti grazie al sistema del tesseramento che fa contare di più chi ha i soldi, la lista civica nazionale, invece, mira a collaborare con le grandi personalità del Paese. La lista civica regionale, secondo il progetto di Emiliano, dovrebbe unire militanti di centrosinistra e esponenti del centrodestra che si stanno staccando dal berlusconismo.

“Il programma è il discrimine della dimensione dell’alleanza. ”, risponde il Primo cittadino barese a chi non approva o è scettico nei confronti del progetto “Emiliano per la Puglia”, a partire dallo stesso Pd. Una reazione che Emiliano comprende, ma che, per il bene della Puglia, ritiene necessaria.

Qualora dovesse emergere una personalità importante della città barese, come nuovo candidato non uscente, Emiliano afferma che le primarie diventerebbero obbligatorie per la scelta del nuovo sindaco. A quel punto auspicherebbe  una sorta di “election day” ,che porterebbe un notevole risparmio economico, nel quale poter fare le primarie per i deputati, per il presidente della Regione Puglia e per il sindaco di Bari.

Tra le possibili alleanze non si esclude la presenza di Fitto, nel momento in cui dimostrasse di essersi staccato dallo schema berlusconiano. Dialogo che già sta avvenendo con Nichi Vendola, il quale, appoggia Emiliano in questo progetto. “Lo scopo è intuibile, fare massa critica e trattare col Pd da posizioni di relativa forza. Serve osmosi tra politica e movimenti. È questo un modo di rispondere all’antipolitica”, sono queste le dichiarazioni del Presidente della Regione Puglia.

Elena Defilippis

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here