LAMANNA 6: Incolpevole in occasione dell’1-2 firmato da Paulinho. Reattivo, al 3’, quando respinge senza particolari affanni una gran botta di Siligardi.

CRESCENZI 5: Sin dai primi minuti di gara soffre particolarmente la rapidità di Schiattarella. Per questo Torrente all’inizio della ripresa decide di lasciarlo negli spogliatoi.

(46’ CAVANDA 6,5): Piedi buoni e grande corsa per il giovane terzino belga-congolese proveniente dalla Lazio. Attento in fase difensiva e propositivo in attacco. Da segnalare, al 53’, una sgroppata di 70 metri con cui “ara” letteralmente il campo.

BORGHESE 6: Ennesimo giallo per il difensore scuola Genoa. Questa volta, però, risulta essere attento e puntuale nelle chiusure.

CEPPITELLI 5: In ritardo nell’occasione del goal di Paulinho, palesa grosse difficoltà nella corsa. Al 76’ una discutibile decisione dell’arbitro Ostinelli gli costa l’espulsione.

GAROFALO 7: Sicuramente la miglior partita da quando veste la maglia del Bari. Al di là del goal, si rende pericoloso in proiezione offensiva, fornendo cross precisi e tagliati. Al contempo, riesce a garantire particolare attenzione in copertura.

ROMIZI 6: Fin quando resta in campo, gioca una partita d’ordinaria amministrazione. Al 23’ è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per un fastidio alla coscia destra.

(23′ SIMON 5,5): Partita anonima la sua. Il giovane ungherese, prelevato dal Palermo a gennaio, avrà tempo per dimostrare il proprio valore.

BOGLIACINO 6: Si carica la squadra sulle spalle proponendosi con inistenza per il passaggio. Difetta spesso in precisione, ma è apprezzabile l’impegno con cui gioca.

SCAVONE 5,5: Si sacrifica per la causa, correndo molto a centrocampo. Poche ombre, ma nemmeno tante luci nella sua partita.

FORESTIERI 7: Fantasia allo stato puro per il numero 10 italo-argentino. Ogni pallone che tocca è un pericolo per gli avversari e il goal, realizzato su ribattuta, è il giusto premio alla qualità del proprio impegno.

(72’ KUTUZOV S.V.)

CAPUTO 6,5: Tanta corsa e molto movimento in avanti. Merita il mezzo voto in più per il passaggio vincente che consente a Forestieri di firmare il raddoppio.

STOIAN 6: Poco appariscente rispetto alle partite degli ultimi 2 mesi. Nonostante ad oggi difetti di inventiva, rimane l’unico in grado d’accendere la luce nei momenti di difficoltà.

TORRENTE 6,5: Gran merito della vittoria in terra toscana è sicuramente da attribuire al mister di Cetara. Il suo 4-3-3, votato essenzialmente al contenimento, risulta efficace in fase di ripartenza. Questa volta, nonostante l’inferiorità numerica, decide di lasciare in campo gli attaccanti, permettendo al Bari di non schiacciarsi.

Nicola Oscar Ottati

I goal di Livorno-Bari:

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=_z1Kr7NZBdQ

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here