Nessun reato nel coinvolgimento di Infront nel Bari calcio. È il verdetto del Tribunale del Riesame sul caso che riguardava la compagnia svizzera leader nella commercializzazione dei diritti degli eventi sportivi, il Fc Bari 1908 e Gianluca Paparesta. Secondo i giudici, quindi, non trovano conferma le accuse di turbative d’asta, autoriciclaggio, ostacolo all’attività di vigilanza della Covisoc sui bilanci delle società di calcio e associazione a delinquere. Decadono anche le accuse per l’ex arbitro ed ex presidente biancorosso.

Stampa Articolo
Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here