pasquale-di-rella
Pasquale Di Rella

Non si placa la polemica sulle agevolazioni in materia di tributi comunali, argomento del contendere della politica locale in questi primi caldissimi giorni di agosto. Chi non è minimamente intenzionato a piegare la testa è Pasquale Di Rella, presidente del consiglio comunale.

Solo ieri aveva inviato una nota, molto chiara, in cui chiedeva espressamente l’elenco completo delle persone fisiche e giuridiche che non pagherebbero le sanzioni e le more qualora l’idea dell’assessore al Bilancio Alessandro Adamo andasse in porto.

Per chi avesse fatto finta di non capire, oggi Di Rella rincara la dose: “I Comuni – scrive – possono e non devono aderire alla facoltà prevista dalla normativa. Il Consiglio Comunale deve essere posto nella condizione di valutare la qualità del contenzioso tributario in essere, onde evitare di fornire sconti a coloro che hanno poche possibilità di ottenere una sentenza favorevole, creando in tal modo un ingiusto danno alle casse comunali”.

“La riduzione del contenzioso tributario – aggiunge – non deve apparire un immorale e indebito aiuto in favore di pochi contribuenti particolari”. Come dire, cari amici degli amici e di qualche assessore, non ci contate. Lo sconto non passerà.

Stampa Articolo
Loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO