Francesco Ricci è una vecchia conoscenza del Quotidiano Italiano, soprattutto della Stp, per cui ha lavorato a lungo e contro cui ha avuto molto da ridire, soprattutto in tema di concorsi, mettendoci la faccia e portando al tavolo del confronto anche l’allora presidente, da poco silurato, Roberto Gargiuolo. Ora che il caso Stp è sotto gli occhi di tutti, Ricci torna ad “alzare la voce”, stavolta contro i sindacati, rei a giudicare dalle cose che scrive, quantomeno di essere stati distratti, diciamo così, mentre in azienda a suo dire succedeva di tutto. Qui di seguito, ecco cosa scrive.

La presente è indirizzata a tutti o quasi i sindacalisti Stp che praticano da un po’ di tempo a questa parte lo sport di gridare allo scandalo per il modo di gestire l’azienda. Giorni fa uno di loro ha detto che i vertici aziendali sono inaffidabili perché nessuno è esperto di trasporti, il solo era il direttore Piazza, e sappiamo tutti come è finita.

Dov’erano i sindacati l’11 agosto 2014 quando il C.D.A. aziendale ha nominato la commissione esaminatrice del concorso per autisti, commissione i cui componenti nessuno mi risulta fosse esperto, elargendo la somma totale di €10.000 circa in barba al regolamento aziendale art.9? l sindacati dov’erano quando gli elaborati sono stati corretti in camera caritatis fra noi quattro?

l sindacati dov’erano quando, anziché mettere il punteggio dopo una prova, veniva stilata la graduatoria con solo la dicitura “ammesso” e solo dopo l’ultima prova, sempre in camera caritatis, venivano attribuiti a piacimento i punteggi?

l sindacati dov’erano quando sono stati fatti concorsi per un posto e venivano assunte figlie di dipendenti arrivate seconde? I sindacati dov’erano quando venivano assunti a iosa interinali con una graduatoria valida da cui accedere? I sindacati dov’erano quando due autisti sono diventati controllori, forti di un concorso espletato almeno 15 anni prima? I sindacati dov’erano quando due persone, assunte come gommista ed impiegato, non superano il periodo di prova e passano a fare gli autisti?

Mi fermo qui per non annoiarvi troppo, ma di cose da dire ce ne sarebbero a quintalate, quindi prima di fare le verginelle e scandalizzarvi falsamente su quello che succede in azienda dovreste quanto meno farvi un esame di coscienza. se qualcuno avrà voglia di rispondermi o parlami, sono qua a disposizione.

Stampa Articolo
Loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO