La magnificenza dell’epoca romana viene riportata in vita grazie a ‘Les grands jeux romains’, a Nîmes, in Francia, famosa per il suo patrimonio artistico. La manifestazione, unica almondo, ha visto un enorme successo in tutte le sue edizioni e arendere grande questo spettacolo, anche la partecipazione di oltre 500 comparse, capaci di far rivivere l’Impero romano.

Tra l’esercito di comparse da qualche anno c’è anche Giuseppe Bruno, di Adelfia. L’anno scorso ha vestito i panni di Marco Antonio, mentre nell’ultima edizione è stato Giulio Cesare: “Un onore per me, il top, perché è uno dei più grandi conquistatori della storia, un grande scrittore e anche un grande uomo”. “Quando ho interpretato Marco Antonio – spiega Giuseppe – ho avuto molte battute da dire, mentre, per Giulio Cesare, c’è stata molta più azione”.

Un’arena piena dove i partecipanti, soprattutto francesi e italiani, senza nessun compenso, hanno rivissuto e fatto rivivere le emozioni del tempo dell’antica Roma. L’armatura che il nostro Giulio Cesare indossa è di ottone, cesellata a mano da artigiani che hanno ricreato fedelmente la corazza di un imperatore tra Adriano e Marco Aurelio. La maestosità della rievocazione fa sentire importante i partecipanti: “Per tre giorni ho provato quello che sentono i veri attori, ho firmato libri di storia, scattato fotografie e non ho pagato le consumazioni al bar”, racconta divertito Giuseppe Bruno.

Stampa Articolo
Loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO