Una serata definita “emozionante” da molti degli spettatori in uscita dall’auditorium Vallisa. E veramente ieri, Luanne Homzy ha mostrato un’eccezionale bravura al violino, accompagnata nei diversi brani, di volta in volta, dai pianisti Fernando Altamura, David Fung e Elizabeth Schumann, nonchè dalla viola di Ettore Cafa e dal violoncello di Peter Myers.

Apice della serata è stata l’interpretazione di “Tzigane”, composta nel 1924 da Maurice Ravel, in cui la Homzy, accompagnata al piano dal maestro Altamura, ha dato vita a una emozionante esecuzione, impreziosita da un particolarmente complicato passaggio che richiede il “pizzicato” di entrambe le mani e che ha messo in luce la straordinaria bravura di quest’artista.

Il Bimf proporrà domani  il suo ultimo concerto, “Toward Jazz”, all’auditorium Vallisa, alle 20.30. Si conclude così la prima edizione del festival internazionale di musica classica di Bari, tra la soddisfazione dei molti spettatori e degli stessi organizzatori. È lo stesso maestro Altamura a confermare il superamento di ogni aspettativa sia nella risposta del pubblico, sia nell’afflusso alle masterclass che hanno affiancato i concerti. Un successo che promette bene per la seconda edizione.

Riguardo a “Toward Jazz”, Altamura ha dichiarato: «Il concerto di sabato è quello che troverà maggior accoglimento nel pubblico, perché si parla dell’influenza della musica jazz nell’opera di Debussy. Partiremo quindi dalla musica di Debussy e faremo un viaggio che attraversa l’Atlantico, con sonorità di Gershwin fino al Paganini jazz. Sarà un concerto assolutamente da non perdere».

22 giugno 2012

Pasquale Amoruso

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here