Foto di repertorio

Stavano litigando fra di loro e quando i toni si sono fatti troppo accesi, uno di loro ha estratto un’accetta a ha colpito i suoi rivali. È successo il 7 luglio a Bitonto. In manette è finito un 30enne del luogo colto nella flagranza dei reati di lesioni personali aggravate dall’uso delle armi, nonché per porto abusivo di strumenti atti ad offendere.

Gli agenti sono intervenuti in zona periferica della città dove era stata segnalata una lite in atto: giunti sul posto gli agenti hanno colto alcuni astanti intenti a litigare tra loro, alcuni di loro già feriti dalle “accettate”. L’intervento dei poliziotti ha così impedito che gli eventi si aggravassero.

Il giovane esagitato è stato bloccato ed accompagnato presso il locale Commissariato di Polizia. Al termine degli atti di rito, il 30enne è stato arrestato per i reati contestati e messo a disposizione della Autorità Giudiziaria procedente in attesa di giudizio.

Stampa Articolo
Loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO