Due sorelle, che a causa del mare grosso e delle forti correnti hanno rischiato di sbattere al pontile e finire al largo, sono state salvate dai bagnini comunali e dai volontati della Scuola Cani Salvataggio Nautico. Pur essendoci la bandiera rossa, la voglia di bagnarsi e l’incoscienza, hanno rischiato di trasformare la domenica mattina delle due donne in tragedia sulla spiaggia di Pane e Pomodoro.

Le bagnanti, in evidente difficoltà, sono state raggiunte da Gianmarco e Checco d’Amico e da Fabrizio Stea, tre unità cinofile dell’associazione di volontariato che per tutta l’estate, il sabato e la domenica, offre un servizio integrativo del tutto gratuito di salvataggio in mare. Prezioso l’intervento dei bagnini comunali.

Raggiunta e messa in sicurezza la prima delle due sorelle, impaurita e stremata, altri bagnini volontari si sono fiondati in acqua per raggiungere anche l’altra donna. Le due sono state portate a riva, in stato di shock ma salve. Certamente non dimenticheranno questa domenica. La coincidenza ha voluto che questa mattina sulla spiaggia ci fosse un presidio medico della Croce Rossa Italiana, al quale le due sono state affidate per essere sottoposte alle cure del caso.

“Sono contento e orgoglioso dei miei ragazzi e delle mie unità cinofile – spiega il presidente dell’associazione, Donato Castellano -. La preparazione meticolosa che svolgiamo durante tutto il periodo invernale ci rende pronti ad intervenire in qualunque condizione meteo marina. Sono tutti volontari che credono in quello che fanno, offrendo il proprio tempo gratuitamente e con dedizione”.

Stampa Articolo
Loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO