Negli ultimi giorni, unità aeronavali del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Bari in due distinte operazioni, hanno localizzato due grossi gommoni visibilmente carichi di involucri solitamente utilizzati per il confezionamento di sostanza stupefacente che navigavano, a forte velocità, verso le coste del barese e del brindisino.

Seguendo sempre lo stesso copione, in entrambe le occasioni, le motovedette veloci delle Fiamme Gialle si ponevano all’inseguimento dei mezzi sospetti che, al termine di concitati inseguimenti, venivano raggiunti, abbordati e fermati, nonostante le pessime condizioni del mare molto mosso.

A bordo dei due natanti, i finanzieri sorprendevano quattro trafficanti di nazionalità albanese, che venivano arrestati e posti a disposizione delle locali Autorità Giudiziarie. Il gommone di 9 metri con due motori da 300 HP, fermato nelle acque antistanti Bari, trasportava 79 colli di varie dimensioni per un totale di 1.708 chilogrammi di marijuana mentre l’altro, di circa 8 metri dotato di due potenti motori, bloccato al largo di Villanova (BR), conteneva 77 colli adeguatamente celati da un grosso telone, per complessivi 1.413,50 kg. di marijuana.
I due ingenti carichi di droga sequestrati dalla Guardia di Finanza, se immessi in commercio, avrebbero fruttato al dettaglio all’organizzazione criminale, oltre 30 milioni di euro.

Stampa Articolo
Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here