Bari finisce sotto i riflettori nazionali, quelli della trasmissione “Le Iene”, in onda su Italia Uno. Nadia Toffa almeno fino a ieri è stata nel capoluogo pugliese, dopo che già alcuni collaboratori avevano effettuato numerosi appostamenti. Niente di lusinghiero, purtroppo.

La trasmissione ha deciso di smascherare un fenomeno già evidenziato più volte in passato, quello della prostituzione minorile nel parcheggio dello stadio San Nicola, in pieno giorno, dov’è possibile vedere ragazzi, anche molto piccoli, masturbarsi per attirare i clienti.

L’otto marzo scorso avevamo pubblicato la notizia di un 67enne beccato a dare soldi a un ragazzo di 15 anni in cambio di una prestazione sessuale. Dieci euro appena per appartarsi. Stamattina, invece, la notizia dell’ennesimo smantellamento del campo Rom, di cui pure ci siamo occupati in più di un’occasione. Probabilmente sono tutti fatti collegati tra loro.

In ogni caso, il problema si ripresenta ciclicamente. Siamo curiosi di ascoltare l’intervista fatta dalle Iene ai responsabili dei Servizi Sociali per capire cosa intende fare l’Amministrazione comunale per risolvere il problema e se intende farlo davvero.

Stampa Articolo
Loading...

1 COMMENTO

  1. L’amministrazione comunale ha ben poco da fare per un problema quale la prostituzione, fosse anche quella minorile cui avrebbe spazi di competenza. Il parlamento nazionale, oggi come ieri, ha sempre guardato da un’altra parte quando si parla di prostituzione ed è una costante, permettetemi, sia con maggioranze di centrodestra che di centrosinistra. La nota “legge Merlini” con la quale si eliminarono le “case chiuse” era sacrosanta e all’avanguardia, per la fine degli anni cinquanta. Nel frattempo, però, sono trascorsi 60 anni e la società si è evoluta velocemente, soprattutto dopo lo scossone del ’68 che, nel bene e nel male, ha trasformato la società in tutti i suoi aspetti. Chi parla male di quella rivoluzione culturale, evidentemente non ha vissuto il periodo precedente, ma questo è un altro discorso.
    L’Italia, capitale del cattolicesimo, fa fatica a legiferare in molti campi, ove la morale cozza contro realtà divenute ormai pressanti. Tra questi temi, uno riguarda sicuramente la prostituzione: il più vecchio, il più antico. Molti paesi europei hanno risolto da tempo la questione. Quando alcuni personaggi, si riempiono la bocca nel parlare dell’Europa unita, bisognerebbe ricordare l’impareggiabile Edoardo De Filippo nella sua incredibile interpretazione del “pernacchio”. Il film capolavoro è “L’oro di Napoli” di Vittorio De Sica.

LASCIA UN COMMENTO