“Non mi hanno neppure avvisto, avrei almeno tolto frutta e verdura dal box, in modo da evitare di doverla buttare. Non possono venire come i ladri, quando è tutto chiuso a sigillare la serranda, sono pronto a denunciare il Comune”.

Giuseppe è il titolare di uno dei box del mercato coperto barese di Santa Scolastica. Dopo il sequestro del luglio scorso, gli agenti della Polizia Locale sono tornai nel pomeriggio per apporre nuovamente i sigilli. Deve al Comune 3.500 euro, altri colleghi hanno debiti di poco inferiori ai 6mila euro.

Il maggiore della Municipale presente sul posto dice che l’operazione viene eseguita quando il mercato è chiuso per evitare problemi di ordine pubblico. “Ci rendiamo conto della difficoltà economica degli operatori – aggiunge il maggiore – ma sono morosi e dopo aver ricevuto alcune notifiche, ci limitiamo ad eseguire quanto segnalatoci dalla competente ripartizione comunale”.

Il mercato di Santa Scolastica, con 363euro al mese, è quello più caro della città. Si paga mediamente il doppio rispetto alle altre postazioni. “Lo so che devo far fronte ai miei debiti, ci mancherebbe – aggiunge il commerciante – ma tra l’affitto, la luce, l’acqua, la merce e le altre spese, non arrivo proprio a fine mese. Non ho pagato la prima transazione, ma che razza di modi sono, avvisassero in tempo per poterci permettere di salvare almeno la merce. In questo modo ci danneggiano”.

Stampa Articolo
Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here