Blocco dei tir, benzina in esaurimento: ecco la situazione a Bari

(24 gennaio 2012) BARI – Puglia bloccata per il secondo giorno a causa degli gli scioperi dei tir contro i rincari su carburanti, pedaggi autostradali e Irpef. Bari ha ancora lunghe code sulla tangenziale con camion fermi sulle carreggiate che ostruiscono il passaggio e traffico in tilt su tutti gli sbocchi. Cominciano le difficoltà nel trovare rifornimenti nei supermercati e da ieri sera gran parte dei distributori di carburante sono chiusi.

Raccolta differenziata, Toritto regina di civiltà

(23 Gennaio 2012) BARI - È Toritto la capolista della raccolta differenziata nella provincia di Bari. A riverlarlo sono i dati della Regione Puglia sul riciclaggio dei rifiuti nel 2011, che premiano il piccolo comune della Murgia con un buon 39,6 per cento. Sul podio salgono anche Poggiorsini, balzata al 35,3 per cento, e Molfetta, confermatasi sul 32,4 per cento.

Protesta autotrasporti, a rischio rifornimento benzina: paralizzata SS 16

(23 gennaio 2012) – BARI – Traffico in tilt, prezzi di alcuni generi alimentari in salita e, già da stasera scorte di benzina in esaurimento. Sono i primi risvolti della protesta degli autotrasportatori e dei tassisti a Bari, che ha causato il blocco della statale 16, in entrambe le direzioni, a partire da questa mattina. Alle 19.30 di questa sera si registravano due chilometri di coda allo svincolo per Poggiofranco. Tassisti e camionisti uniti contro le liberalizzazioni volute dal governo Monti e contro l’aumento del prezzo della benzina.

Bari, protesta tir: traffico in tilt sulla tangenziale

(23 gennaio 2012) BARI - Dalle primissime ore di questa mattina, la città è assediata: a sopportare i maggiori disagi sono chi è solito prendere la tangenziale (E55) per raggiungere la sede di lavoro, per accompagnare i bambini a scuola o partire. La strada E55, che collega il Nord al Sud della Puglia, è bloccata da colonne di 4 km di tir fermi, che occupano due delle tre corsie, costringendo il traffico a procedere a passo d'uomo.

Bari bloccata da Tir e Taxi, Facebook in aiuto degli automobilisti

(23 gennaio 2012) BARI- Strade Bloccate, carovane di tir a vietare l’ingresso in città, ingorghi inestricabili a Poggio Franco, Carbonara e Santa Caterina, i convogli protestano contro il caro carburanti mentre i taxi invadono il centro in uno sciopero contro le liberalizzazioni: Bari è nel caos e gli automobilisti si affidano a Facebook per riuscire a entrare in una città congestionata dalle manifestazioni.

Bari, taxi in sciopero contro liberalizzazioni

(23 gennaio 2012) BARI – Dopo il sit in di protesta in piazza Diaz dello scorso 13 gennaio, dalle 8 di questa mattina centinaia di taxi si sono raccolti in piazza Libertà, davanti alla Prefettura di Bari, aderendo allo sciopero nazionale della categoria contro le liberalizzazioni annunciate dal governo Monti.

Bari, 150 tir bloccano la tangenziale: protesta contro rincari carburante

(23 gennaio 2012) BARI – Lunedì nero per Bari, come per la maggior parte delle città italiane, da punto di vista dei trasporti. Dalle 2 di stanotte, infatti, un numero di tir sempre maggiore si è radunato sulla tangenziale del capoluogo pugliese all’altezza dello svincolo di Poggiofranco, bloccando entrambe le carreggiate.

Al Liceo Socrate di Bari, Armando Spataro ricorda Guido Galli, vittima del terrorismo

Il 20 gennaio alle ore 10.00, il Liceo classico “Socrate” di Bari ha ospitato il Dirigente dell’Associazione Nazionale Magistrati Armando Spataro al fine di ricordare Guido Galli, vittima di Prima Linea durante gli anni di piombo.

Monopoli, manifestazione per dire no al petrolio

(21 gennaio 2012) MONOPOLI – La Puglia dice no alle ricerche di petrolio nel suo mare. E riunisce questa mattina leader politici regionali e non in piazza Vittorio Emanuele a Monopoli. Presenti il governatore pugliese Nichi Vendola e il sindaco di Bari Michele Emiliano.

Treni, stanziati 790 milioni di euro per la tratta Bari-Napoli

(20 gennaio 2012) ROMA – Buone notizie per i viaggiatori. Al termine della riunione che si è tenuta oggi, a Roma, il Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ha comunicato lo stanziamento di 3,9 miliardi di euro da destinare alle reti ferroviarie meridionali. Di questi, 790 milioni di euro saranno utilizzati per la realizzazione dell’“alta capacità” sulla linea ferroviaria Napoli-Bari-Lecce-Taranto. Il resto della somma sarà ripartito fra le tratte Salerno-Reggio Calabria (240 milioni) e Potenza-Foggia (200 milioni).

Formazione

Consigli per gli acquisti

Ultimi Articoli