Mentre in Italia, in Puglia soprattutto, ci si ribella per la speculazione sulle ciliegie, per una differenza di costo sostanziale tra quanto va all’agricoltore e il prezzo finale, in un supermercato di Singapore si è superato di gran lunga il limite della ragione.

Non parliamo dei 16 euro al chilo dell’oro rosso venduto alla stazione centrale di Milano, ma dei 3 euro a ciliegia. Il commerciante invita i clienti a non compromettere la confezione, perché si tratta di un frutto molto sensibile, almeno quanto le sue tasche, in considerazione del valore della merce: 50 ciliegie al costo di 150 euro, 3 euro al pezzo per la precisione (229 dollari di Singapore).

La fotografia è stata scattata da un ingegnere barese che vive e lavora a Singapore da ormai un decennio. Persino Pur potendoselo permettere, l’ingegnere ha deciso di non comprarle per una questione di principio, quello del buon senso.

print
Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here