La svolta nelle ultime ore, quando il presidente rosanero Maurizio Zamparini, incassati i rifiuti di Palombo e di Luca Rigoni, avrebbe deciso di puntare tutto sull’ex centrocampista di Atalanta, Milan, Parma, Torino, Sampdoria e Celtic (tra le altre), che sarebbe stato contattato nella giornata di ieri dal ds siciliano Cattani, al quale avrebbe dato la sua disponibilità al trasferimento.

Dal canto suo, la società di via Torrebella, come già più volte anticipato da Angelozzi, avrebbe colto al volo l’occasione di alleggerirsi di un ulteriore ingaggio pesante: il 30enne nativo di Seregno, infatti, è legato ai Galletti sino al 2013 con un contratto di circa 500mila euro annui.

Il club biancorosso avrebbe così subito accettato l’offerta palermitana, che prevedrebbe una cifra pari a circa un milione di euro, a cui dovrebbe aggiungersi il prestito di un giovane rosanero, da scegliere tra il mediano ungherese Adam Simon e il difensore cileno Carlos Labrin, entrambi poco utilizzati dai tecnici alternatisi sinora sulla rovente panchina rosanero.

Per Massimo Donati, che dalla stagione 2009-2010 ha vestito la maglia biancorossa per 64 volte (condite da 4 reti), si tratterebbe della seconda esperienza in terra siciliana, avendo giocato già nel Messina dal 2004 al 2006.

Per i tifosi baresi, invece, si tratterebbe dell’ennesimo, inequivocabile, segnale che la squadra più che alla zona playoff, riagganciata dopo il successo di sabato scorso a Varese, punta ormai esclusivamente alla sopravvivenza.

Nicola de Mola

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here